Cannabis terapeutica – incontro ad Arco

Venerdì 13 ore 20,30
Palazzo panni Via Giovanni Segantini, Arco TN

Dopo l’interessante conferenza del 21 aprile nell’ambito del terzo “Laikoday” organizzato dai Laici Trentini per i Diritti Civili, si è reso necessario l’approfondimento di un tema sempre più in auge con la collaborazione del Cannabis Social Club di Bolzano in una serata patrocinata dal Comune di Arco e dall’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari.

L’uso sanitario e nell’ambito della terapia del dolore delle molecole attive dell’infiorescenza della canapa, pur essendo agli albori, ha oramai una enorme letteratura scientifica a supporto. Il controllo di nausea, vomito e appetito nei pazienti in chemioterapia e quello del dolore cronico per le patologie provocanti spasmi muscolari come sclerosi ed epilessia è oramai assodato come efficacia ma non altrettanto per quanto riguarda produzione e distribuzione secondo le esigenze.

Decenni di ostracismo di una pianta che fino a metà del secolo scorso era diffusissima anche in Italia per i suoi svariati usi (dal tessile al nutrizionale per animali ecc.) stanno rallentando produzione e fruizione di un prodotto che – almeno per un tipo di cannabis e un tasso limitato di principio attivo (THC) – è legale anche in Italia dal 2016, ma che risente di pareri ancora discordanti e normative su base regionale diverse che mettono in difficoltà i pazienti.

Per questo ne parleremo con esperti di medicina e farmaceutica come la Dottoressa Elisabetta Debastiani e il Dottor Gennaro Muscari Tomaioli e con l’avvocato a palazzo panni di Arco, socio dei Laici Trentini e da anni impegnato su questo fronte.

L’iniziativa, che si svolgerà a palazzo Panni di Arco, verrà condotta dal Presidente del cannabis Social Club di Bolzano Peter Gruenfelder e segnerà l’esordio pubblico della sezione “Alto Garda e Ledro” del Club presieduto da Luca Faiella. Ascolteremo poi le esperienze di pazienti come Eleonora Pericolosi e Stefano Balbo, primo in Italia in cura con cannabis medica.